I NEG, segreto della seduzione

Lo sbandierano come il gran segreto della seduzione, venduto da sedicenti seduttori ma anche da blasonate seduction schools. È il cosiddetto teorema dei NEG, detto anche CAP. La versione italiana CAP significa “Commenti acidi programmati”, e ci fa capire che stiamo parlando di una tecnica molto particolare, piuttosto che del codice di avviamento postale!
segreto seduzione

NEG, ovvero negativi con parsimonia

Neg sta per “negative”, ed è una tecnica di seduzione che va contro le logiche del tradizionale approccio seduttivo. Il principio è che lodi, complimenti ed elogi non sempre rappresentano la strada migliore per colpire una donna, anzi. Sul web ad esempio, dove le donne ricevono complimenti virtuali a iosa, per catturare la loro attenzione è necessario sapersi distinguere.

Ma il sistema dei NEG agisce più in profondità, perchè agisce sulla psicologia e sull’ego, quindi sull’autostima, delle donne. Come? Andando a evidenziare difetti, stranezze, cose negative e aspetti poco piacevoli, ma sempre con un tocco di classe. Insomma, con un pizzico di acidità.

Esempi di NEG:

“Bella foto…peccato solo per quel taglio di capelli…secondo me non ti valorizza”

“Come mai hai scelto quel colore di gonna?”

“Hai le guance rosse rosse…sembri una finlandese!”

Il principio è molto semplice: magari state parlando con una gnocca favolosa, abituata a ricevere quasi soltanto elogi e complimenti. Cosa accade quando si sente dire una cosa del genere? Accade che la spiazzate. E che lei si senta in dovere di controbattere, di giustificarsi. Ma attivate così un meccanismo “perverso”, perchè una parte di lei cercherà, anche inconsciamente, di farvi capire che “non è così male”.

Quando usare i NEG?

Il rischio dei NEG è evidente: se usati subito difficilmente funzioneranno. Essi richiedono un “clima” speciale, insomma un’atmosfera nella quale ci si senta a proprio agio, e la ragazza possa recepire il messaggio senza cattiverie, cogliendo anche la nota ironica.

Anche i NEG “d’apertura”, però, talvolta sanno essere dirompenti. Se volete catturare l’attenzione di una ragazza online, ad esempio, potete uscire dagli schemi e lanciarle da subito un messaggio NEG del tipo:

“Mi incuriosisce la scelta di quel colore per le unghie…è davvero strano… come mai ti piace?”

Oppure:

“Secondo me dal vivo stai ancora meglio…ne sono sicuro!! :)”

La seconda, ad esempio, potrebbe suscitare un moto di stizza, ma è sottinteso che in qualche modo l’avete apprezzata. Anche se lei si chiederà “allora in foto non vengo bene? Quindi forse sono brutta?”.

Imparate una cosa: un NEG non è un insulto. Il NEG deve farvi apparire forti e sfrontati, portare una donna fuori dalla sua zona di comfort ed evidenziare la vostra sincertià e conguenza. Ancora, il NEG farà in modo di dare valore alla vostra persona, mostrando la solidità del vostro locus of control. E quel tocco di sfrontatezza “monella” che le donne adorano.

Usate i NEG con parsimonia: su una donna dalla bassa autostima potrebbero avere effetti meno dirompenti, mentre la tecnica ben si presta ad essere utilizzata con le strafighe.