Vai direttamente a Flirt o Love  


“ Fai salire l' adrenalina !
Prendi il controllo sul
tuo partner, e
Divertiti  „

“ Il miglior Sito di incontri
Piccanti per soli adulti
esigenti  „

Seduci il tuo partner
e realizza i tuoi desideri
subito!  „

  Chat webcam      Messaggistica istantanea      Incontri geolocalizzati      Tecnologie speedflirt®

 Sverginamento brutale - 09/09/2014 - letto volte

18 anni e tanta voglia di essere sverginata. Ma di uno sverginamento indimenticabile...

“Lo capisci Alessio? Voglio essere sverginata per bene! Non come le santarelline delle mie amiche che scopano 2 minuti con qualche impotente! Lo sverginamento va fatto come si deve!”

Roberta e Alessio: 18 anni di porca e uno stiloso compagno di liceo gay, l'indispensabile “miglior amico” pronto a tutto.

Roberta che ad Alessio confessa tutti i suoi pruriti, una gamma interminabile di bollori che ancora non si è conclusa con la scopata.

Aveva due seni giganteschi

  Roberta ha 18 anni ed è un pò in carne, una chubby direbbe qualcuno, ma ha due tettone da paura ed in 5D più di qualche ragazzo se la sfonderebbe. Mentre sculetta con i suoi extra leggings non sa di creare materiale per seghe casalinghe, di stuzzicare nerd e bulletti, di risvegliare tsunami ormonali.

In verità lo sa, ma è troppo isterica per scopare e basta.

E passa le giornate su internet leggendo le domande su yahoo anwers a proposito di sverginamento.

“Alessio aiutami...devi trovarmi un bel cazzo... mi sono rotta, lo voglio fare con il primo che capita...ma devi trovarmelo tu, deve averlo grosso, e soprattutto devi essere presente...me lo prometti?”

Alessio asseconda abbastanza la sua Roberta, con quel cinismo e quella spocchia isterica che le donne tanto amano nei loro amici “particolari”

“Eh ma se ti trovo un bel cazzo poi sono cazzi tuoi...e magari ci esce anche qualcosa per me!”

Le risorse di Alessio, in realtà, erano molteplici. Cresciuto in una famiglia di artisti, era abbastanza smaliziato da averne viste tante già a 18 anni. E tirò fuori dal cilindro una sorpresa notevole.

“Domani andiamo a casa di Marco. È un mio amico bisex... un bravo figone... tutto Lacoste e Timberland. Ha una sorpresina tra le cosce che non ti aspetti...”

“Si ma facciamo prima qualcosa... giochiamo...insomma mi vuoi far scopare così... beviamo?”

2 bottiglie di vino rosso da 3 euro, il gioco di ruolo di Immanuel Casto, un pò di fumo, condom XXL: questo il kit della notte proibita.

Roberta con regolare scollatura e leggings senza mutande, ma paralizzata dall'imbarazzo. È a casa dell'ospite, un pò in ritardo

“Piacere, Marco!”

“Ciao bello mio! Lei è Roberta...trattala bene!”

25 anni, studente di biotecnologie in procinto di laurearsi. Un ragazzo a posto, ma decisamente piacione.

Roberta è già liquefatta come un ghiacciolo sciolto. Ma si fa ancora finta di niente, come se nessuno sapesse nulla.

Si fuma, una partita a PES, qualche chiacchiera svaccati.

Ma tutti sanno che DEVE accadere. E accade sul divano, quando Marco accarezza la coscia di Roberta. Che si, ha l'istinto di ritrarsi. Ma poi ricorda il motivo per cui è lì...

“hai belle gambe...”

“grazie...”

“sei arrapante...posso dirtelo?”

“eh...non mi sono nascosta...”

“vuoi davvero quel che mi ha chiesto Alessio...dimmelo”

“si...”

“vuoi davvero essere sverginata da me... scopata...”

“si...”

“guarda che io poi divento un animale...se lo tiro fuori è finita“

“vediamolo...”

A quel punto Marco tuffa la mano nei pantaloni e rispunta con la sorpresa: un palo nodoso di 23 cm di una larghezza impressionante, un tronco di carne che avrebbe irretito la più temeraria scopatrice.

“cazzo!”

“si, è un cazzo...”

“quanto è lungo?”

“sono 23....ma io mi preoccuperei della larghezza..... dai succhiamelo, vediamo quanto sei porca...ciuccia...”

Due mani avviluppano la testa di roberta, spingendola a forza sulla minchia pulsante. “sentilo cazzo...sentilo tutto in gola...ciuccialo fino alle palle, vai...”

“hhmmhhmmm..hhh...”

“ti piace la mazza dura, eh!! troia!”
Roberta succhia da brava pompinara, senza esitare, ma ancora un pò irretita dalla enorme sorpresa.

Sfilata di prepotenza l'asta dalla gola umida di Roberta, Marco la volta calandole i leggings in un sol colpo, e sorprendendola in una vistosa pecorina.

“ora ti spacco!”

“fai piano...”

“che piano....la rompo questa fregna!! la rompo...””

“ahhhh fermati... bastabasta!”

Marcò affonda il suo palo turgido in un sol colpo, deflorando la figa grondante di Roberta. Un colpo secco, un fiotto di sangue e urletti di dolore, tra lo schioppettio dei coglioni e i mugollii da orso di lui.

“ti spacco troia, ti spacco...volevi il cazzo grosso...eccolo che ti fotte, ti fotte!!”

“è troppo grosso...fermhhhhh..hh...”

“ora zitta e godi mentre ti sfondo!”

Le lancette vanno avanti per almeno 40 minuti. Con Alessio in coma etilico sul divano. E Roberta spaccata dalle vergate di Marco, fottuta a pecora, a smorzacandela, devastata senza resistenze.

Usata come uno svuotapalle quando Marco, esausto, libera i coglioni gonfi schizzando senza ritegno tra le sue natiche.

Poi lei, impietrita, ancora a pecora. Con quel meraviglioso rivolo eburneo, e la maschera del terrore e del piacere sul viso.

Uno sverginamento brutale, doloroso, indimenticabile.   

Anonimo

Raccontaci anche tu la tua storia, e divertiti a vedere on-line le tue esperienze piccanti!
Se vuoi pubblicare il tuo racconto erotico, inviacelo a questa eMail dedicata (è garantita l'assoluta privacy ed anti-spam dell'indirizzo eMail, noi riceveremo soltanto il testo)!

Ricordati di specificare se vuoi che sia pubblicato in via anonima, firmato con pseudonimo o firma completa . Inoltre ti offriamo la straordinaria possibilità di allegare il link al tuo profilo Chatnlove alla fine del racconto. Ti basterà segnalarcelo.

I racconti sono di esclusiva proprietà di Chatnlove, l'autore ne cede i diritti a titolo gratuito al momento dell'invio.
Ne è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo.