Vai direttamente a Flirt o Love  


“ Fai salire l' adrenalina !
Prendi il controllo sul
tuo partner, e
Divertiti  „

“ Il miglior Sito di incontri
Piccanti per soli adulti
esigenti  „

Seduci il tuo partner
e realizza i tuoi desideri
subito!  „

  Chat webcam      Messaggistica istantanea      Incontri geolocalizzati      Tecnologie speedflirt®

 La zia (in chat) che non ti aspetti - 26/05/2015 - letto volte

Chattando con una porcona...scopro che è mia zia!

Accesi la chat verso le 23. Io e culettobollente ci eravamo dati regolare appuntamento su Skype. Dopo infinite conversazioni su quel sito di annunci. Un contatto sudato, perchè sui portali di dating hot il rapporto donne uomini è almeno 1 a 100.

Insomma, ero stato bravo.

La mia foto profilo era una semplice mazza dura ripresa da sotto, per evidenziare i grossi coglioni gonfiati dalla stretta dei jeans. La sua, manco a dirla, un meraviglioso culo aperto quanto basta.

L'annuncio parlava chiaro:

43 anni, maliziosa e impegnata. Sono qui per curiosità, ma... sarà davvero solo curiosità? Mi conquistano se belli larghi o lunghi più di 20. Adoro l'anale spinto. Provateci tutti, ma sono per pochi!”

Regione Campania, come me..

  Parlammo per una decina di giorni prima di passare a Skype.

L'accordo era chiaro: chiacchieriamo, ma non si sa se la cam verrà accesa.

Alle 23.12, in ritardo di 12 minuti, sento il magico suono di Skype annunciare la venuta di culettobollente.

Accendo.

Saluti di rito. Poi al sodo.

“come sei vestito porcellone?”

“pigiama. Facile da sfilare... Tu?”

“io sono in intimo caro. Di pizzo viola scuro”

“mm.. sono curioso... darei volenteri uno sguardo...”

“porcello... :-) “

“Se potessi guardarmi ora, noteresti un piccolo grande dettaglio...”

“è quello che penso io?”

“eh si cara.. proprio lui”

“ti confesso che questa cosa mi fa bagnare...”

“ma ti stai toccando?”

“mi sto trattenendo...”

Feeling palpabile tra di noi. Io con una mazza di marmo tra le cosce, la tiro fuori e mentre le parlo mi sego e mi sego ancora, la spaccherei se fosse qui con me.

“porco ti stai già segando vero... voglio vederti... accendi”

Accesi la cam senza esitare, puntandola in basso, perchè da sotto il cazzo sembra più grosso ancora (ma con i miei 21 cm ho poco da nascondere).

“Oddio che uccello...questo il culo me lo rompe...”

“Si che te lo rompe cara... dai fammi vedere...”

“Eh ti piacerebbbe....”

Pensavo si negasse ancora, invece anche culettobollente accende la fatidica cam. Puntata tra le cosce, gli slip sono mini ancora al loro posto.

toglili!”

La vedo sfilarsi con grazia, allargare le gambe e sollevare il piede destro sulla scrivania, per masturbarsi meglio.

“mm cazzo te la sfonderei... sembra bagnatissima...”

“è un lago...ed è stretta... mi puoi spaccare bene...”

“porca...ma io voglio farti il culo...e lo vuoi pure tu vero?”

A quel punto vedo movimenti convulsi di cam. Poi un'inquadratura strana. Mi sembra di intravedere una persona familiare...quel viso di sfuggita...ma ora la cam è puntata verso il suo culo, una meravigliosa pecorina. Così, ferma, mi lascia segare e non può scrivere. Vorrei sborrare subito ma no, intendo prolungare il piacere.

Torna in tastiera.

“porco che dici? Me lo romperesti il buchino?”

“si... subito... ora...”

“voglio tutto il succo delle tue palle...lo voglio ovunque...”

“cazzo sono solo per te....”

“e tira su la cam, voglio vederti...”

“ma...”

“dai, assieme”

........

Il momento della verità.

.......

No, non era brutta. No, non era un personaggio famoso. No, non era la troppofigaperme.

Peggio.

Quando la vidi, i suoi occhi si spalancarono, il viso sembrò congelarsi dietro un'espressione di inatteso stupore.

Mi vide, la vidi.

La vidi.

Era Liliana, zia materna di secondo grado.

La zia Liliana.

Cazzo.

L'istinto era di spegnere tutto.

Ma continuammo a guardarci.

“Zia..”

“Non chiamarmi così...”

“Sono imbarazzatissimo, scusami..”

“è assurdo... ma sei stato bravo a conquistarmi”

“Zia...”

“Forse è meglio spegnere”

“No! Perchè? Tanto siamo in cam...”

“Si ma...non deve mai uscire da qui...promesso?”

“Si.... ma come si fa a continuare?”

E detto questo, mentre il mio cazzo era al minimo sindacale, senza discutere si girò a pecorina puntando l'ano verso la cam.

Restò a lungo con il culo aperto verso di me, mentre la minchia riguadagnava turgore. Poi si girò.

“Ecco è tornato il cazzone di prima...adesso fammi vedere come sborri...voglio vedere i fiotti, dai!”

Mi segai come un ossesso, con la mano fuori controllo. E la sborra schizzò ovunque, sulla tastiera, sulle mie mani, sui pantaloni. Sul monitor.

“cazzo che eiaculata...se non fossi stato tu ti avrei chiesto di venire e spaccarmi il culo!”

“ma zia...ti piace così tanto...”

mi fa impazzire... e Aldo non mi tocca manco a pagarlo”

“Aspetta pulisco la tastiera del mac”

Scottex, disperato tentativo di ripulire la sborra nei luoghi meno raggiungibili, anche una parete.

Poi un messaggio:

“Nipotino caro... che ne dici di venire domani a cena da me... devo chiederti una cosa...”.   

Anonimo

Raccontaci anche tu la tua storia, e divertiti a vedere on-line le tue esperienze piccanti!
Se vuoi pubblicare il tuo racconto erotico, inviacelo a questa eMail dedicata (è garantita l'assoluta privacy ed anti-spam dell'indirizzo eMail, noi riceveremo soltanto il testo)!

Ricordati di specificare se vuoi che sia pubblicato in via anonima, firmato con pseudonimo o firma completa . Inoltre ti offriamo la straordinaria possibilità di allegare il link al tuo profilo Chatnlove alla fine del racconto. Ti basterà segnalarcelo.

I racconti sono di esclusiva proprietà di Chatnlove, l'autore ne cede i diritti a titolo gratuito al momento dell'invio.
Ne è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo.