Vai direttamente a Flirt o Love  


“ Fai salire l' adrenalina !
Prendi il controllo sul
tuo partner, e
Divertiti  „

“ Il miglior Sito di incontri
Piccanti per soli adulti
esigenti  „

Seduci il tuo partner
e realizza i tuoi desideri
subito!  „

  Chat webcam      Messaggistica istantanea      Incontri geolocalizzati      Tecnologie speedflirt®

 La Maestra di Tantra - 20/08/2014 - letto volte

Sedotto e scopato dopo un massaggio tantra

Certe volte si fanno cose che in apparenza dovrebbero andare una direzione, ma poi ti portano nella direzione che veramente volevi, celata dietro un apparente timore reverenziale.
Come quando alla festa di dottorato di Enrico conobbi Erica, un bel pezzo di femmina (36 anni) dall'aria un pò shanti ma anche molto radical-chic e compita. Nonostante fossi all'evento con Giulia, la mia donzella, Erica mi provocava con sguardi taglienti e orizzontali, una sorta di flirt autoritario ma non malizioso.

Ti faccio provare un trattamento tantra...

  Parlammo a due riprese, durante le assenze di Giulia. Nella prima mi raccontò dei suoi studi, dei viaggi tra Nepal e Sri Lanka, dell'azienda del padre, della fatalità. Nella seconda mi disse di essere una “maestra di tantra” secondo una tradizione risalente al XIII secolo. Insomma, esperta nel massaggio tantra. Abbastanza per scambiare un contatto Facebook.

Con Giulia, confesso, non andava benissimo. E adoravo flirtare in giro, pur senza concludere nulla. Ma quel messaggio di Erika, a bruciapelo, mi fece gelare il sangue.

“Perchè non vieni nel mio studio? Ti faccio provare un trattamento tantra... Ovviamente offro io, niente ricevuta :). ps. Prima leggiti il libro - il potere del serpente - di Arthur Avalon”.

Forse per lei Tantra era qualcosa di più, ma per me significava ancora Sting che scopa 10 volte al giorno! Comprai comunque il libro ma lo sfogliai soltanto, nonostante volessi capire tutto sui massaggi tantrici.

Puntuale all'appuntamento, perdevo sudore polare.

Mi accolse meravigliosa, in tunica leggera, tra luci soft e fragranze di sandalo. Insomma, Oriente pret a porter, ma pur sempre caldo e relaxing.

“Sei venuto! Avevo qualche dubbio...”
“Perchè?”
“Perchè certe cose spaventano...anche se dovrebbero aprirti..”
“Mi incuriosisci molto, sai...”
“Mi piace l'idea...ma ora rilassati...vai nella stanzetta a spogliarti... e tieni solo gli slip”.

Eseguii da bravo soldatino. La “stanzetta” era popolata da strane immagini tibetane, volti iniettati di sangue e colori sgargianti. Mi sentivo vibrare, di quella vibrazione che precede il peccato ma è ancora intrisa di timidezza.

Entrai finalmente in sala.

A terra era un ampio tappeto, sul quale un morbido materasso lasciava presagire voluttuosi giochi. Candele di ogni dimensione circondavano il letto, tra immagini di Mandala e drappi colorati.

Erica entrò, ma non la aspettavo così.
Era coperta solo da due esili bende di lino. Il resto pura nudité.

“Rilassati. Chiudi dolcemente gli occhi...dolcemente...e ascolta il tuo respiro”
Sentivo il cuore pompare a 10.000.
“Ti accompagna il suono delle onde... un suono gentile, va e viene... ascolti le onde e ti lasci andare, le tue tensioni vanno via, senti i muscoli più rilassati...”.

Finito il rilassamento guidato, cominciai a sentire le sue mani.

Dapprima carezze, leggeri palpamenti. Carezze lunghe, intense, calde, aiutate da un olio forse di Patchouli.

Inizialmente di spalle, fui aiutato a voltarmi, sempre tenendo gli occhi chiusi. E le carezze, docili ed esperte, si spostarono in basso. Tra le gambe, l'interno coscia. Toccamenti delicati, misteriosi, in apparenza banali ma ovviamente guidati. Erica mi diceva di sintonizzare la mia respirazione sul suo ritmo, di seguirla...ed io entrai in una sorta di iperossigenazione, di piacevole vuoto mentale.
Ma le sue mani erano concentrate sull'interno coscia, e ne avvertivo la vibrazione sottoforma di un calore intenso, diffuso.

Si, c'era qualcosa di molto sessuale in tutto questo, ma del resto me l'aveva accennato che Kundalini dorme proprio lì, alla base della colonna vertebrale.

In quell'istante, però, una sola colonna potevo avvertire: il mio cazzo!

Spaventosamente eretto nel giro di pochi secondi, quasi a sfondare gli slip. Eppure ero tranquillo, senza alcuna vergogna.

Tranquillo mentre le sue mani mi sfilavano gli slip, toccando punti segreti alla base dello scroto.
Tranquillo mentre lei, incurante dell'asta eretta, oliava il mio corpo lasciando urlare le sue energie.

Si, mi aspettavo questa glossa libidica, i trattamenti del tantra lasciano poco spazio all'immaginazione.
Ma non aspettavo si andasse oltre.
Non aspettavo di sentire il suo corpo su di me.

“Ora fai un luuungo respiro...”

E qualcosa di caldo, umido, abbracciare il mio cazzo, avvolgerlo, riscaldarlo.

Si era impalata sull'uccello turgido standomi di spalle, e quando socchiusi gli occhi vidi il suo culo fantastico contorcersi in modo strano, allargarsi e quasi danzare sulla mia mazza marmorea...

“Erika!..”

“shhh!”

Poi cominciò a contrarre la fica in modi misteriosi, a stringere la presa sull'uccello, a morderlo con abili contorsioni della vulva. Mentre impazzivo di un piacere nuovo, ero preda di quella carne meravigliosa e calda, irresistibile.

“Cazzo!!!”
Le venni dentro dopo poco e in quell'istante chiusi gli occhi tanto era intenso il calore dell'orgasmo. Mi sembrò di sborrare un fiume, mentre lei non lasciava la presa.

“Ah....cazzo... ah....”

“Hai sentito? Sei ancora poco allenato... con la pratica capirai....questo è solo l'inizio!”

Sfilò la fregna dall'uccello e rialzandosi vidi un copioso fiotto che gocciolava dalla passera, ricadendomi sulle palle.

Meravigliosa.

Mi ha detto, poi, che sono rimasto inebetito per quasi un'ora, e ho dormito due ore di fila prima di rinsavire..   

Anonimo

Raccontaci anche tu la tua storia, e divertiti a vedere on-line le tue esperienze piccanti!
Se vuoi pubblicare il tuo racconto erotico, inviacelo a questa eMail dedicata (è garantita l'assoluta privacy ed anti-spam dell'indirizzo eMail, noi riceveremo soltanto il testo)!

Ricordati di specificare se vuoi che sia pubblicato in via anonima, firmato con pseudonimo o firma completa . Inoltre ti offriamo la straordinaria possibilità di allegare il link al tuo profilo Chatnlove alla fine del racconto. Ti basterà segnalarcelo.

I racconti sono di esclusiva proprietà di Chatnlove, l'autore ne cede i diritti a titolo gratuito al momento dell'invio.
Ne è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo.