Vai direttamente a Flirt o Love  


“ Fai salire l' adrenalina !
Prendi il controllo sul
tuo partner, e
Divertiti  „

“ Il miglior Sito di incontri
Piccanti per soli adulti
esigenti  „

Seduci il tuo partner
e realizza i tuoi desideri
subito!  „

  Chat webcam      Messaggistica istantanea      Incontri geolocalizzati      Tecnologie speedflirt®

 In Macchina nella Nebbia - 18/06/2014 - letto volte

Non mi aspettavo che godesse mentre lo facevamo davanti ad uno sconosciuto.

Senza una stanza disposizione ma con tanta tanta voglia decidiamo con Cristina di appartarci in collina con la macchina. Certo la macchina non è comoda, non c’è nessuna intimità… è solo un modo per potersi togliere qualche voglia. E così saliamo in macchina, la giornata è comunque perfetta visto che piove e sulle colline c’è un po’ di nebbiolina che ci garantirà un po’ di intimità...

In macchina nella nebbia

  Arriviamo, c’è un parcheggio abbastanza isolato, immerso tra gli alberi e completamente deserto.
Ci mettiamo sui sedili dietro, iniziamo a baciarci e toccarci.
Cristina dopo pochissimo mi slaccia la cintura, mi apre i pantaloni e mi tira fuori il cazzo.
E’ bagnato, gocciola di desiderio
Cristina raccoglie le mie goccioline e me le spalma sulle labbra, poi mi bacia e ripete la cosa all’infinito.
La mia bocca è bagnata, la mia eccitazione continua a salire.
Faccio lo stesso con lei, le sbottono i pantaloni e le infilo due dita nella fica bagnata e caldissima.
Lecca tutto, lecco anch’io…
Siamo entrambi in preda ad una totale eccitazione, nonostante la macchina e le poche comodità.
Ci spogliamo completamente, Cristina mi prende il cazzo in bocca e poi mi bacia nuovamente...
Presi da questa lussuria non ci accorgiamo che una macchina si è posteggiata poco distante da noi.
Cristina però girando distrattamente lo sguardo vede la macchina.
Si blocca, urla per la sorpresa e la paura e si alza velocemente i pantaloni e abbottona la camicetta.
Andiamo via, ti prego – mi dice con voce esageratamente ansiosa.
La tranquillizzo, è un semplice guardone, è giorno, non c’è nessun pericolo.
Chiude le porte, e si ricompone.
Il guardone ci osserva cercando di far finta di nulla. Apre un giornale e simula interesse per il quotidiano che ha sotto gli occhi.
Io cerco di tranquillizzare Cristina, la bacio sulla bocca e sul collo.
L’eccitazione evidentemente è sempre in circolo, Cristina si fa baciare e sfiorare il seno.
Ogni tanto si volta per controllare la situazione.
Le prendo la mano e la appoggio sul mio cazzo.
Io invece che essere infastidito sono ancora più eccitato.
Dalla cappella escono gocce di eccitazione sempre più copiose.
Le raccolgo con un dito e le passo sulle sue labbra...
Il gusto e il sapore fanno rilassare Cristina.
Le sue mani mi sfiorano il cazzo e le palle, sento in suo respiro diventare sempre più profondo.
Le slaccio la camicetta di nuovo.
Lei si lascia andare.
Riprendiamo tutti i movimenti di prima, Cristina sembra rilassata...
Le mie dita si infilano nella fica bagnatissima, sento che sta godendo...
Poi mi ferma la mano, si gira e mette le ginocchia sul sedile porgendomi il culo...
Con lo sguardo va a cercare il guardone.
Io inizio a leccarla da dietro, le lecco il culo e con le mani le accarezzo la fica...
Cristina sta godendo e ogni volta che è vicina all’orgasmo mi fermo.
Voglio che impazzisca, voglio che goda di fronte ad un altro uomo.
Lui evidentemente si sta masturbando, vedo che ci fissa e vedo il braccio muoversi ritmicamente...
Infilo il cazzo dentro Cristina... La scopo per bene.
Lei si spoglia completamente, si fa guardare dall’uomo che adesso scende dalla macchina con l’uccello in mano.
Continuo a scoparla, più lentamente perché mi aspetto una sua brusca reazione.
Invece Cristina gode sempre di più.
Il guardone è appena fuori dalla macchina, ha il cazzo in mano e ci guarda masturbandosi...
Sento Cristina urlare dal piacere…. Guarda lui e guarda il suo cazzo... Ha un orgasmo...
Il guardone schizza il suo sperma sul finestrino, si abbottona i pantaloni e sale in macchina e scompare...
Godo anch’io, le schizzo tutto il mio sperma caldissimo nella fica….
Ci abbandoniamo sul sedile...
Cristina mi sussurra... Sto diventando veramente porca... Che mi farai fare la prossima volta?   

Giovanni Bondo

Raccontaci anche tu la tua storia, e divertiti a vedere on-line le tue esperienze piccanti!
Se vuoi pubblicare il tuo racconto erotico, inviacelo a questa eMail dedicata (è garantita l'assoluta privacy ed anti-spam dell'indirizzo eMail, noi riceveremo soltanto il testo)!

Ricordati di specificare se vuoi che sia pubblicato in via anonima, firmato con pseudonimo o firma completa . Inoltre ti offriamo la straordinaria possibilità di allegare il link al tuo profilo Chatnlove alla fine del racconto. Ti basterà segnalarcelo.

I racconti sono di esclusiva proprietà di Chatnlove, l'autore ne cede i diritti a titolo gratuito al momento dell'invio.
Ne è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo.